Italiano > Attuale > Article

Francesco – Panama – Viganò

Data:   2019-01-25
Autore:   PCB

 

Francesco – Panama – Viganò

 

Il 22-27 gennaio 2019 si sta svolgendo a Panama la Giornata Mondiale della Gioventù alla quale è presente Francesco che vi è arrivato dal Vaticano.

 

Di che cosa ha bisogno la gioventù cattolica contemporanea?

Ha bisogno di convertirsi e fare autentico pentimento. Ciò significa separarsi dallo spirito e dal sistema di questo mondo. Soltanto in questo modo avrà la forza di testimoniare al mondo il Cristo come unico Salvatore con la potenza dello Spirito Santo. Osservando i comandamenti divini questa gioventù convertita diventerà il lievito salvifico del mondo. L’anima del cattolico giovane diventerà così la dimora di Dio (cfr. Gv. 14, 23).

 

Quali frutti ha portato Francesco dopo quasi sei anni di pontificato?

Il frutto è la distruzione graduale della Chiesa. Le sue attività dall’anno in anno aumentano in forza.

 

 - Francesco nega l’esistenza di oggettivamente valide norme morali (Amoris Laetitia).

 - Promuove suicidio della gioventù per mezzo dell’ideologia del genere (in Irlanda ha consigliato ai genitori affinché sostengano la menzogna di ideologia del genere nei loro figli manipolati).

 - Difende la rete criminale omosessuale nei posti più alti nella Chiesa.

 - Il Sinodo dei vescovi sulla gioventù del 2018 sotto la sua guida per mezzo delle manipolazioni ha legalizzato Lgbtq.

 - Baciando i piedi a transessuali Francesco dà il precedente a tutta la Chiesa e a intera umanità nell’eliminare l’ordine di Dio.

 - Promuove la liquidazione del cristianesimo attraverso programmata l’islamizzazione.

 

Qual è l’obbiettivo dell’incontro di Francesco con la gioventù?

Confermare la gioventù sulla strada che porta alla perdizione per mezzo di pie frasi e gesti teatrali.

 

A che cosa dovrebbe Francesco appellare la gioventù a Panama?

In primo luogo alla conversione e al pentimento. Tuttavia, egli non l’avrà fatto finché non diventerà egli stesso l’esempio del pentimento.

 

Quale esempio del pentimento deve dare Francesco?

Riconoscere davanti a sé stesso e davanti al pubblico cattolico che sta abusando dell’ufficio del sucessore di Pietro contro Dio ed alla distruzione della Chiesa.

 

Egli anche deve pubblicamente chiedere perdono all’arcivescovo Viganò perché l’ha denigrato fortemente come “servo del diavolo” perché Vigano ha smascherato la rete criminale omosessuale nella Chiesa e perché ha appellato Francesco al pentimento con lo scopo di difesa del processo di rinnovamento nella Chiesa.

 

Quale atto di pentimento aspetta Dio e popolo di Dio da Francesco?

- Abbandonare l’ufficio, il quale egli come eretico ed apostata occupa illegalmente.

- Valutare pubblicamente l’atto eroico dell’arcivescovo Viganò e proporlo come sucessore dell’ufficio di Pietro senza fare le elezioni, per i suoi meriti eroici per il bene della Chiesa. Soltanto così potrà arcivescovo Viganò continuare fruttuosamente nella pulizia necessaria della Chiesa.

 

Se Francesco non avrà fatto questi fondamentali atti di pentimento, rimarrà solo uno strumento che aumenterà il processo di autodistruzione della Chiesa.

 

+ Elia

Patriarca del Patriarcato Cattolico Bizantino

+ Metodio, OSBMr             + Timoteo, OSBMr

Vescovi segretari del Patriarcato Cattolico Bizantino

 
24 gennaio 2019

 

Scaricare: Francesco – Panama – Viganò (24/1/2019)