Anatema sul Patriarca di Gerusalemme e la richiesta di punizione di tre Arcivescovi (+ video)

Data:   2012-05-12
Autore:   PCB

 
Al Patriarca del Patriarcato di Mosca Cirillo

 

Al Metropolita del Patriarcato di Mosca Vladimir

 

 

Anatema sul Patriarca di Gerusalemme

 

e la richiesta di punizione di tre Arcivescovi

 

 

Beatitudine, Patriarca Cirillo!

Eccellenza, Metropolita Vladimir!

Con la beatificazione del 1 maggio 2011 il Papa Benedetto XVI ha legalizzato lo spirito di Assisi – lo spirito dell’anticristo. Questo è il tradimento di Cristo e del Vangelo. “Se anche noi stessi o un angelo dal cielo vi predicasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo predicato, sia anatema (anathema sit)” (cf. Gal. 1, 6-9).

 

 

La maledizione grava sul Papa e su tutti coloro che sono in unità con lui e con lo spirito di Assisi.

 

Il deputato del Parlamento ucraino Alexander Feldman ha organizzato e finanziato a Kiev l’evento (il 25-26 aprile 2012) con il quale mira ad aprire la porta allo spirito di Assisi.  Si tratta qui della promozione della mentalità sincretistica che considera il paganesimo e il cristianesimo come vie equivalenti verso la salvezza. Ma questa è l’eresia massima!

 

Il Patriarcato Cattolico Bizantino ha pubblicamente avvertito il Patriarca ortodosso di Gerusalemme Teofilo III davanti all’anatema di Dio. Lui non ha accolto l’avvertimento. Per il gesto apostatico a Kiev è incorso in anatema di Dio. Il Patriarcato Cattolico Bizantino ha dichiarato lo stato di Teofilo III, con il quale egli stesso si è scomunicato dalla Chiesa di Cristo. Da lui si è allontanata la grazia di Dio e tutte le sue azioni sono nulli! Lo riguardano le parole di San Basilio: “Dagli eretici fuggiamo, come dagli empi, dichiarando su di loro l’anatema”.

 

Beatitudine, Patriarca Cirillo. Eccellenza, Metropolita Vladimir. Durante questo incontro, che apre la porta ai demoni pagani e allo spirito dell’anticristo, hanno partecipato anche tre Arcivescovi della Chiesa ortodossa del Patriarcato di Mosca:

- Arcivescovo di Borispol Antonio (Pakanych),

- Arcivescovo di Leopoli e di Galizia Agostino (Markevych),

- Arcivescovo di Perejaslav-Khmelnytskyi Alessandro (Drabynko).

Vi chiediamo, che per il bene delle anime immortali e la conservazione di ortodossia – dottrina ortodossa – questi tre Arcivescovi siano giustamente puniti. Loro possono essere parzialmente giustificati, poichè fossero ingannati o non avvertiti.

 

Se non saranno giustamente puniti, il Vostro silenzio sarà considerato come il consenso e la partecipazione alla manifestazione sincretistica il veleno spirituale della quale progredirà sempre di più. I fedeli ortodossi di Ucraina e di Russia saranno così disorientati e ciò li condurrà verso la strada di apostasia occidentale. Il frutto sarà la maledizione che già grava sull’Europa occidentale a causa dell’omosessualità e del sistema della giustizia minorile che sottrae i bambini dai genitori.

 

 

+ Elia
Patriarca del Patriarcato Cattolico Bizantino

 

+ Metodio, OSBMr
Vescovo-segretario

 

+ Timoteo, OSBMr
Vescovo-segretario

 

Leopoli (Ucraina), 3 maggio 2012

 

Allegato:

 

- Dichiarazione dell’anatema su Patriarca ortodosso di Gerusalemme Teofilo III 

 

Le copie:

- ai vescovi e monasteri ortodossi in Ucraina, Russia, Bielorussia e Moldavia;

- ai Presidenti di Ucraina e di Russia;

- ai deputati del Parlamento dell’Ucraina e della Russia;

- ai mass media.


Allegati
Dichiarazione dell’anatema su Patriarca ortodosso di Gerusalemme Teofilo III (3.5.2012) Download Dichiarazione dell’anatema su Patriarca ortodosso di Gerusalemme Teofilo III (3.5.2012) .DOC 25.5 kB
Anatema sul Patriarca di Gerusalemme e la richiesta di punizione di tre Arcivescovi (3.5.2012) Download Anatema sul Patriarca di Gerusalemme e la richiesta di punizione di tre Arcivescovi (3.5.2012) .DOC 30.5 kB