Italiano > Attuale > Article

Cinque parti della celebrazione della Domenica – Parte II (video)

Data:   2017-05-01
Autore:   PCB

 

Cinque parti della celebrazione della Domenica – Parte II

 

 

Parte II

1/3

1) Riflessione sulla Parola di Dio: Apparizione degli angeli

 

La Domenica di buon mattino, quando ancora era buio, andarono nel giardino, dove è stato sepolto Gesù, Maria Maddalena e l’altra Maria. A poca distanza dal sepolcro improvvisamente sono stati spaventati dal teremoto. Ed ecco un angelo del Signore apparve loro. Lo vedono scendere dal cielo, rotolare la grande pietra dalla porta del sepolcro e sedere su di essa. Le donne osservano con meraviglia il volto dell'angelo. Il suo aspetto era come la folgore e il suo vestito bianco come la neve splendente al sole. Anche le sentinelle, che facevano la guardia presso la tomba di Gesù, furono testimoni di questo evvento illuminante. Ma ora, sono sdraiati per terra come se fossero morti, pieni di paura per la presenza dell’angelo. Anche le donne sono spaventate, però all’apparizione celeste guardano con speranza.

Ora l’angelo dice loro: “Non abbiate paura, so che cercate Gesù il crocifisso. Egli non è qui, poichè Egli è risorto, come aveva detto” (Mt 28,5-7).

Dopo di loro vennero al sepolcro altre donne, portando olio profumato. Entrarono nel sepolcro e non trovarono il corpo del Signore Gesù. Ma videro due uomini in vesti sfolgoranti. Gli uomini dissero loro: “Perchè cercate il vivente tra i morti? Egli non è qui, ma è risorto ...” (Lc 24,5-6).

Spesso anch’io cerco il Vivente tra i morti, quando rimango nello spirito di incredulità, di autocommiserazione o nell’altro inganno. Ma Gesù in questo spirito non c'è. Attraverso il pentimento (Mc. 1,15) devo uscire da questo spirito per poter incontrare Gesù vivo.

 

2) Recitazione della Parola di Dio (1-5 minuti): tutti ripetiamo:“Perchè cercate il vivente tra i morti, Egli non è qui, ma è risorto”.

3) Preghiera con la Parola di Dio (1-5 minuti): tutti diciamo: Gesù”, e uno aggiunge: “Tu sei risorto, Tu sei Dio!”.

4) Canto (3-5 minuti): tutti cantiamo: “Sanctus, Sanctus, Osanna...” che significa: “Santo, Santo, Gloria!”.

 

 

2/3

1) Riflessione sulla Parola di Dio: Gesù appare a Maria Maddalena

 

Gesù è apparso prima a Maria Maddalena. Ella era testimone di quel momento, in cui la mattina presto l’angelo ha rotolato la pietra e ha annunciato che Gesù non era nella tomba, ma che è risorto. Maria ha portato la notizia agli apostoli, ma poi è tornata di nuovo al sepolcro, dove per la seconda volta è apparso a lei l’angelo. L’angelo le disse: “Perchè piangi?”. Rispose: “Hanno portato via il mio Signore e non so dove l’abbiano posto”. Quando aveva detto questo, si è voltata indietro ed ecco vide Gesù in piedi, però non sapeva che era Gesù. Allora Gesù le disse: “Perchè piangi? Chi cerchi?”. Lei, pensando che fosse il giardiniere, gli disse: “Signore, se l’hai portato via, dimmi dove lo hai posto”.

Non sapeva che costui era Gesù, finchè Egli non l’ha aperto gli occhi e l’ha chiamata per nome. Solo allora ha esclamato: “Rabbunì!”, che significa: “Maestro!”.

Gesù ha liberato Maria di Màgdala dai demoni e ha perdonato tutti suoi peccati.

Gesù ora domanda anche a te: “Chi cerchi?” Il tuo piacere, il peccato? In questo non troverai la felicità. Cerchi Gesù? Cerchi il Suo volto nella preghiera? Dov’è Gesù? Egli risponde: “Io sono con te tutti i giorni della tua vita” (cf. Mt 28,20).

2) Recitazione della Parola di Dio (1-5 minuti): tutti ripetiamo:: “Gesù disse: Perchè piangi? Chi cerchi?” (cf. Gv. 20,15).

3) Preghiera con la Parola di Dio (1-5 minuti): tutti diciamo: “Rabbunì!”, e uno aggiunge: “Cerco Te, o Signore, mi hai liberato dalla schiavitù del peccato!”.

4) Canto (3-5 minuti): Personalmente vivo che Gesù è qui, mi chiama per nome. Tutti cantano “Gesù, il Nome più bello” e fanno l’inchino.

Gesù, il Nome più bello. Gesù, senti la mia voce ogni giorno. O Gesù, dalla caduta mi alzerai. O Gesù, Tu mi salverai. (l’inchino)

 

3/3

1) Riflessione sulla Parola di Dio: Apparizione alle donne

 

Le donne che portavano gli aromi sono state testimoni della tomba vuota. Poi vedevano gli angeli. Gli angeli hanno detto loro che Gesù è risorto dai morti e che annunciassero questa notizia agli apostoli.

Ma loro parole agli apostoli sembravano delle invenzioni (cf. Lc. 24,9-12). Poi le donne si sono recati di nuovo al sepolcro e, quando stavano per partire da lì, Gesù stesso apparve davanti a loro e disse: “Rallegratevi!”. Le donne, avvicinatesi, Gli abbracciavano i piedi e Lo adoravano. Allora Gesù disse loro: “Non temete!” (Mt 28:9-10).

Il diavolo e la sua gente utilizzano una serie di metodi psicologici per impaurire coloro che vogliono vivere con Gesù e testimoniare Gesù.

Gesù è vero Dio. Egli ha vinto il peccato e la morte. Le donne Lo adorano – l’unico vero Dio. Gesù le incoraggia: “Non temete!”.

Chi o che cosa adoro io? I soldi? Le cose materiali? La carriera? Le false filosofie? Le psicologie moderne? L’opinione pubblica? Lo spirito immondo? Peccato o pratiche pagane? Di chi o di che cosa ho paura? Di scherni? Di pressioni psicologiche? Degli uomini? Gesù dice ora anche a te: “Non temere!”.

2) Recitazione della Parola di Dio (1-5 minuti): tutti ripetiamo: “Gesù apparve alle donne e disse: Non temete!”.

3) Preghiera con la Parola di Dio (1-5 minuti): tutti diciamo: Gesù”, e uno aggiunge: “Non temo, confido in Te!”

4) Canto (3-5 minuti): personalmente vivo la presenza di Gesù risorto che è qui. Durante il canto “Adoramus Te, Domine“ che significa “Adoriamo Te, o Signore“ tutti fanno l’inchino.


Allegati
La morte e la risurrezione di Cristo (la preghiera contemplativa) Download La morte e la risurrezione di Cristo (la preghiera contemplativa) .DOC 5.1 MB