Italiano > Attuale > Article

Dal Getsemani al Golgota (Via Crucis)

Data:   2017-04-13
Autore:   PCB

 

Dal Getsemani al Golgota (Via Crucis)

(La riflessione)

 


 
 

1)      Riflessione sulla Parola di Dio

L’arresto di Gesù: l’apostolo traditore ha portato nel Getsèmani i soldati e le guardie del tempio con le torce. Si avvicinò a Gesù e Gli diede un bacio di tradimento. E i soldati afferrarono Gesù.

Gesù davanti ad Anna: Lo condussero dal sommo sacerdote Anna. Egli interrogò Gesù riguardo a molte cose. Uno della guardia ha colpito Gesù in faccia.

Gesù davanti a Caifa: Dopo averLo legato, Anna mandò Gesù dal sommo sacerdote Caifa. Caifa disse: “Ti scongiuro, per il Dio vivente, di dirci se sei Tu il Cristo, il Figlio di Dio”. Gesù rispose: “Tu l’hai detto”. Il sommo sacerdote si stracciò le vesti dicendo: “Ha bestemmiato!”. La folla cominciò a gridare:  È reo di morte!”. Poi hanno iniziato a sputare in faccia a Gesù e a colpirLo sulla testa!

Rinnegamenti di Pietro: Pietro era seduto fuori nel cortile. Lì rinnegò Cristo per tre volte, giurando: “Non conosco quell’uomo!”. Quando un gallo cantò, Pietro si ricordò delle parole del Signore. È uscito fuori, pianse amaramente.

Prima volta davanti a Pilato: venuto il mattino, la gerarchia ecclesiastica condusse Gesù dal governatore Pilato. Dopo aver ascoltato entrambe le parti, Pilato disse: “Non trovo in quest’uomo nessuna colpa”. La gerarchia ecclesiastica intensificò il terrore psicologico. Con promesse e minacce ha costretto il potere dello Stato a commettere un reato. Così è anche oggi.

Davanti a Erode: Pilato mandò Gesù insieme con loro a Erode affinchè lui risolvesse la questione.

La seconda volta davanti a Pilato: Erode rimandò Gesù a Pilato. La gerarchia ecclesiastica esigeva da Pilato che condannasse Gesù a morte.

Barabba: allora aspettava la morte un odiato criminale Barabba. Alla domanda di Pilato chi vogliono fosse liberato, Gesù o Barabba, loro hanno scelto Barabba. Per Gesù, invece, chiedevano la morte.

La flagellazione: Pilato sperava che la gerarchia ecclesiastica si accontentasse della flagellazione crudele. Ordinò quindi di flagellare Gesù.

Gesù è stato incoronato dalla corona di spine: allora i soldati Gli hanno messo una corona di spine sul capo, Gli sputarono in faccia, Lo percuotevano sul capo e Lo schernivano.

Ecce homo: Pilato presenta Gesù flagellato con una corona di spine sulla testa alla gerarchia ecclesiastica e alla folla fanatizzata. Gridavano: “Via, sia crocifisso!”.

Condanna a morte: Pilato ipocritamente si lavò le mani dicendo: “Non sono responsabile del sangue di questo giusto”. E consegnò Gesù alla morte.

Gesù prende su di se la croce: le parole di Gesù riguardano ogni uomo in ogni tempo: “Rinuncia se stesso, prendi la tua croce e seguimi”.

Gesù cade sotto il peso della croce: la pesante croce schiaccia Gesù torturato fino a terra. Anche noi veniamo schiacciati sotto il peso della nostra croce. Dobbiamo rinunciare noi stessi e alzarci.

Gesù incontra Sua Madre: Nessuno è mai stato in una unione tanto profonda con Gesù quanto la Sua Madre. Lei è la Sua discepola più fedele. È il modello per noi da seguire.

Simone di Cirene: Simone di Cirene hanno costretto di portare la croce di Gesù.

Veronica: La tradizione testimonia che questa donna offrì a Gesù una pezzuola. Non era solo un atto di compassione ma anche di grande coraggio.

Gesù cade per la seconda volta: Gesù cade sotto il peso della croce. Anche noi cadiamo spesso. Dobbiamo rialzarci e continuare a portare la nostra croce quotidiana.

Le donne in lacrime: Gesù li avverte: “Figlie di Gerusalemme, non piangete su di me, ma piangete su voi stesse e sui vostri figli”.

Gesù cade per la terza volta: l’ultima caduta è stata la più dolorosa. Gesù ci dà l’esempio che dobbiamo rialzarci. Anche noi dobbiamo mobilizzare tutte le nostre forze fisiche e spirituali e seguirLo.

Gesù è spogliato delle vesti: Gesù è venuto sul Gòlgota. I soldati Lo spogliarono per crocifiggerLo.

 

 

2) Recitazione della Parola di Dio: Gesù disse: “Se qualcuno vuole venire dietro a me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua” (Mt. 16,24).

 

3) La preghiera con la Parola di Dio: “Gesù!”  “Rinuncio a me stesso e prendo la mia croce!”.

 

4) La preghiera del cuore: “J-e-ho-shu-aa”  “Ti seguo!”.

 

Scaricare: La morte e la risurrezione di Cristo (la preghiera contemplativa)