Italiano > Attuale > Article

Convertitevi e credete al Vangelo (Mc. 1, 15). V parte: L’eresia del sincretismo

Data:   2017-03-16
Autore:   PCB

 

Convertitevi e credete al Vangelo (Mc. 1, 15)

V parte: L’eresia del sincretismo

 

Il Primo comandamento di Dio suona: “Io sono il Signore, tuo Dio che ti ho fatto uscire dalla terra d’Egitto, dalla condizione servile. Non avrai altri dèi di fronte a Me. Non ti farai idolo né immagine alcuna di quanto è lassù nel cielo, nédi quanto è quaggiù sulla terra, né di quanto è nelle acque sotto la terra. Non ti prostrerai davanti a loro e non li servirai. Perché Io, il Signore, tuo Dio…” (Deut. 5, 6-9).

Su questo fondamento si basanoaltri comandamenti del Decalogo e tutti comandamenti di Dio e tutta la Sacra Scrittura dell’Antico e del Nuovo Testamento. Quando gli israeliti, invece di venerare l’unico Dio – il Signore – hanno iniziato a venerare idoli pagani, venivano le guerre e altri castighi. Dietro la cosiddetta venerazione di idoli pagani, collegata con pratiche occulte, divinazione e magia, si è arrivati addirittura all’esilio babilonese. Il sincretismo con il paganesimo i profeti chiamavano l’adulterio spirituale ed appellavano al pentimento. Anche nel Nuovo Testamento l’Apostolo esprime questa verità: “Quale intesa fra Cristo Béliar, o quale collaborazione fra credente o non credente?” (2 Cor. 6, 15). Per i maghi e gli idolatri è riservato lo stagno ardente di fuoco (vedi Ap. 21, 8).

 

Il Concilio Vaticano II ha proclamato l’eresia di venerazione dei culti pagani, e con questo di fatto anche la venerazione dei loro demoni. È la manifestazione di una cecità assoluta e ignoranza della Sacra Scrittura e della Tradizione. Questo Concilio ha anche proclamato l’eresia che noi, i cristiani, insieme con i musulmani abbiamo lo stesso Dio. Il frutto di questa eresia è l’invasione del paganesimo e l’islamizzazione dei popoli cristiani. Perciò, è avvenuta la paralizzazione di una vera missione ai pagani, ai musulmani e perfino agli ebrei.

Diremo in breve dell’essenza dell’induismo, buddismo ed islam:

 

L’induismo:

L’induismo è il paganesimo che adora gli animali come dèi, crede in reincarnazione cioè nella trasformazione degli uomini (addirittura in animali, serpenti, insetti), introduce il sistema di caste, nella quale i membri di dalit (casta inferiore della popolazione) hanno significato minore da qualsiasi animale o insetto! A causa della reincarnazione a loro è vietato di mangiare la carne. Per quanto riguarda il rapporto con l’uomo in India voi vedrete uomini ammalati che sono per strada, dei quali nessuno neanche si accorge perché questo sarebbe loro carma. Chi fa cura di questi uomini secondo l’induismo fa loro danno. A causa della reincarnazione non si possono uccidere nè zanzare nè ratti e nessun altro animale. Dall’altra parte però molti induisti alcuni anni fa hanno fatto aggressione contro i villaggi cristiani nei quali hanno ucciso i cristiani. Questo è un esempio concreto di cosiddetta “non violenza” indù, della quale i seguaci di Gandhi continuamente taciono. Qui loro non hanno il rispetto verso ogni vivente – l’uomo. Con una venerazione particolare loro si rapportano verso la vacca, la quale considerano una dea. Il famoso leader indù – Gandhi ha scritto lode alla vacca la quale per cinque motivazioni gli è più cara della propria madre. Lui anche sostiene che perfino le feci della vacca sono sacrali. Perciòmolti guru si spalmano di queste feci.

 

Lo yoga – è la trappola mascherata della religione induista. Tutti yogi credono in loro stessi di essere dèi oppure una parte della divinità. Perciò lo yoga nella sua essenza è una falsa autoredenzione. In realtà essa forma “io peccaminoso” di uomo vecchio nell’egoismo. Satana sta dietro tutti idoli e dèi e anche dietro la dottrina oscura dell’induismo. Gesù è venuto per distruggere le opere del diavolo e delle tenebre (vedi 1 Gv. 3,8). Grazie alla tesidel Concilio Vaticano II del rispetto del paganesimo mezzo secolo fa è avvenuta una forte invasione dell’induismo tramite hatha yoga, e ciò non solo in Europa. Lo yoga si propagava come una ginnastica non dannosa, utile alla salute fisica e quella psichica. Tuttavia veniva nascosto lo scopo: l’apertura all’induismo e accettazione dello spirito anticristiano del New Age!

 

Il buddismo.

I buddisti considerano assai umiliante l’accettazione dell’esistenza dell’Essere Supremo – di Dio, il quale vigila sulla propria creatura e guida la vita umana. I buddisti possono adorare diversi dèi,i quali loro considerano molto inferiori a Budda nella loro “perfezione”.

 

Il buddismo lotta in modo radicale contro la verità su Dio come Creatore del mondo, e anche contro la verità che Dio diede la salvezza al mondo. L’ideale del buddismo è la distruzione totale del mondo, e soprattutto la distruzione dell’essere personale – l’autodistruzione.

 

La donna viene presentata come qualcosa di abominevole. La citazione dai testi “sacri”: “La donna è un inferno per esseri viventi”. La donna sarebbe incapace di raggiungere autosalvezza finché non si incarna nell’uomo (qui la radice di transessualità). Nel buddismo “la redenzione è la conoscenza che tutto è l’uno!”. Questa affermazione è la negazione della realtà e della ragione, la quale distingue il bene dal male e la verità dalla menzogna. Secondo questa falsa mistica che tutto è l’uno, i buddisti sono gli atei e allo stesso tempo sono gli adoratori dei demoni.Il paradosso più grande sonocosiddetti incontri interreligiosi tra i cristiani e buddisti con affermazione collossalmente ingannevoli di cristiani secondo quali noi avremmo avuto lo stesso Dio.

 

La testimonianza tremenda di Stanislav M. sul buddismo tibetano:

“Io ero buddista. In Dalai Lama noi accogliamo e riconosciamo uno degli anticristi!Durante la ripetizione di mantre il buddista invita in sé i demoni e i diavoli affinché lo realmente posseggano. Ad esempio, la pratica più diffusa del buddismo tibetano – cosiddetto“chod”, viene celebrato nei cimiteri che sono in realtà una valle di cadaveri umani – i corpi gettati a grifoni. La stessa cosa fa nella propria immaginazione chi fa la meditazione: però getta i pezzi di carne non a grifoni, ma ai demoni e suoi dèi. Così durante una giornata l’uomo può offrire il suo corpo ai demoni perfino più di 1000 volte. Ad esempio, nella forma inferiore del buddismo, in cosiddetto buddismo vajrayāna esiste una pratica preparatoria ngondro. Più di 10000 volte l’uomo deve identificarsi con la divinità (il demone), recitando suo mantra. Solo dopo il termine delle meditazioni in cui l’uomo fà dei sacrifici, all’uomo possono affidare seguenti tecniche di meditazione. Tutte esse si basano su questo sistema: l’uomo dev’essere posseduto da una o altra divinità. Ma io parlo delle divinità (i demoni) che hanno collana fatta di teste decapitate, di teschiumani con cervello aperto (vajrakilaya, ekajati e altre simili divinità).

Per il buddista la cosa principale è la reincarnazione e raggiungimento di nirvana. Nirvana è identificazione con divinità demoniaca e totale negazione di propria personalità”.

 

La dottrina sulla reincarnazione astutamente nega le verità principali del cristianesimo: Dio personale, Gesù come Salvatore, l’anima immortale, il cielo, l’inferno, il peccato. Dalle meditazioni zen derivano arti marziali.

Oggi si attua la massiccia pseudomissione del buddismo sul territorio del mondo postcristiano. A questo servono la propagazione degli arti marziali in film, letteratura e corsi istruttivi, a partire da scuola elementare.

A questa pseudomissione appartengono anche le pratiche buddiste di divinazione: il cosiddetto I Ching, gli oroscopi cinesi con segni zodiacali, ecc.

 

La cura magica: agopuntura, agopressione e massaggi cinesi derivano dalla dottrina di cosiddette energie positive e negative, yin e yang e cosiddetti meridiani. Tuttavia tutto questo è falsa spiritualità collegata con meditazioni e, quindi, con apertura di se stessi ai demoni.

A pseudomissione dell’induismo servono anche sale da tè, i simboli dei demoni e draghi sui arazzi, porcellana, tatuaggio, piercing, le statue di budda, la decorazione di casa secondo feng shui (con rane, tartarughe, elefanti…). Tutto questo ha radici occulte e oggi diventa parte di vita di cristiani incoscienti.

 

Questa pseudomissione del buddismo pagano sui territori cristiani poteva avvenire in una tale diffusione solo grazie alla dichiarazione del Concilio Vaticano II sulla venerazione del paganesimo e di fatto la venerazione di loro demoni.

 

L’islam

L’islam è sorto nel VII secolo in ambito arabo. A Mecca abitavano ebrei e minoranze cristiane. Gli uni e gli altri veneravano unico Dio. Ivi abitavano anche i pagani i quali veneravano loro dèi – demoni. A Mecca la divinità più grande (akbar) tra esse era il dio della luna, chiamato Allah. La fede dei cristiani e degli ebrei nell’unico Dio (monoteismo) ha condotto allo scomparsa graduale delle tenebre del paganesimo in questa parte di Arabia. Tuttavia, Maometto ha ottenuto l’ispirazione demoniaca come preservare il paganesimo. L’islam creato da lui ha proclamato unico dio la divinità pagana Allah, superiore tra 360 divinità pagane di Mecca.

 

Poi l’islam è diventato il metodo effettivo della distruzione fisica dei cristiani. Questo sanguinoso dio Allah esige il sangue di coloro i quali adorano unico Signore Dio e credono nel Suo Figlio Unigenito Gesù Cristo. L’affermazione che Allah è uguale a Dio amorevole della Bibbia è un inganno colossale e manipolazione! Il cosiddetto monoteismo islamico in realtà è la venerazione del demone superiore, il quale la Sacra Scrittura chiama il diavolo.

 

“I pagani sacrificano i sacrifici ai demoni e non a Dio” (1 Cor. 10, 20).“Immolarono i loro figli e le loro figlie ai demoni” (Sal. 106, 37). Di questo testimonia quella realtà che i musulmani uccidono loro figli e figlie quando loro diventano cristiani. I demoni pagani e satana estorgono il sangue umano! Il diavolo odia il vero Dio. Per questo gli adoratori del diavolo ritualmente decapitano i cristiani i quali adorano unico vero Dio, il Dio di Abramo. Allah ha ordinato ai musulmani affinché con aiuto di tutti violenti metodi possibili sterminavano dal mondo i cristiani.

Nonostante questo il Concilio ha proclamato l’eresia di un Dio comune. In tal modo il Vaticano ha dato ufficialmente ad Allah il titolo di vero e vivo Dio e con questo ha proclamato il falso profeta Maometto vero profeta.

 

La parola “islam” letteralmente significa “sottomissione”. L’islam propaga il cosiddetto jihad, cioè la guerra sacra. Il suo scopo è diffondere il dominio di questo culto su tutti i popoli e sul mondo intero. L’islam divide l’umanità in due categorie: i fedeli – musulmani, e gli infedeli – kafiri. Secondo il Corano bisogna ogni uomo costringere a “sottomettersi”. Chi non si sottometterà ad Allah liberamente, bisogna sottometterlo con forza. Le citazioni dal Corano:

“Vi si ordina di lottare, anche se per voi non è piacevole questo”(2:216).

“Lottino sulla via di Allah coloro i quali comprano la vita futura per quella terrena” (4:74). Il Corano è la base ideologica del terrorismo e di attentati terroristici suicidi.

“Gli infedeli sono vostri nemici evidenti” (4:101). Chi non è musulmano, secondo l’islam, è “infedele” e “nemico evidente”. Anche i cristiani loro considerano infedeli. La citazione dal Corano: “Veramente sono infedeli coloro i quali parlano: “Messia, Figlio di Maria, è Dio”” (5:72). Allora, dov’è questo dio comune, pacifico e abramico – quella invenzione ingannatrice del Concilio Vaticano II?

“Uccidete loro dove li incontrerete… uccideteli – tale è riscatto agli infedeli” (2:191).

 

Qualche tempo fa durante le celebrazioni liturgiche natalizie in Iraq hanno ucciso i cristiani, come anche prima di Natale del 2016 nella chiesa di Cairo. Similmente in tutto Egitto hanno fatto attentati terroristici in alcune chiese cristiane dove sono morti molti cristiani. Quindi, non solo il genocidio sanguinoso di 1.5 milione dei cristiani armeni, compiuto dai turchi, ma intera storia testimonia dei frutti di questa sanguinosa pseudo religione terroristica la quale arde il sangue umana. La decapitazione rituale è la prova di quello che questa è offerta rituale satanica.

 

“Non voi li avete uccisi, ma è Allah che li ha uccisi… per provare i fedeli con una prova buona” (8:17). Questa demagogia pienamente assorda la coscienza e sollecita a massicci omicidi senza qualsiasi barriera morale. Tutti barbarie diventano la possibilità di ottenere la ricompensa nel cielo musulmano, in realtà nell’inferno.

 

E lottate con loro… finché non inizieranno ad adorare solo Allah (8:39). Questa è la motivazione per una guerra di aggressione con scopo di promozione dell’islamizzazione e piena distruzione del cristianesimo. Una delle forme di lotta è anche contemporanea massiccia immigrazione dei musulmani in Europa. Chi la sostiene? Il Nuovo Ordine Mondiale e il Vaticano!

 

“E quando passeranno i mesi sacri, uccidete gli idolatri (cioè kafiri), uccideteli laddove li troverete, circondateli e preparate per loro ogni genere di trappole! (9:5). In Nigeria, nei pozzi e nelle canalizzazioni hanno trovato i corpi di 150 cristiani. Simili azioni in spirito di questo versetto del Corano erano compiuti anche in Nigeria nell’ottobre 2011, ed anche più tardi.

 

Oggi avviene l’invasione dei musulmani in Europa. La prima invasione è avvenuta nel 711, la seconda nel 1453, la terza avviene oggi. Il mondo islamico ha condotto contro la civiltà classica 548 guerre. Il frutto erano 270 milioni “kafiri” uccisi. In corso di queste guerre un milione di europei hanno preso in schiavitù. Laddove è passato jihad la cultura autentica era pienamente sradicata. La Turchia, l’Africa del Nord, Iraq e Siria – tutti questi territori erano cristiani.

 

Esistono due forme di Corano: originale – Corano meccano, che è “pacifico”, e tardo – Corano medino, che è pieno di jihad. L’islam su ogni cosa ha sempre due risposte: lo sguardo pacifico (il Corano di Mecca) e lo sguardo del jihad (il Corano di Medina). Nel Corano medino a gihad è dedicato già 24% del testo.

 

Jihad è la guerra contro kafiri con scopo di introduzione delle leggi di sharia. Il Corano 2:216: “Vi si ordina di lottare, anche se per voi non è piacevole questo. Magari non è piacevole ciò che sia un bene per voi”.

o5.4*: “Non esiste nessuna punizione per la uccisione di coloro i quali hanno rinnegato l’islam (sono diventati cristiani)”.

 

Kafir significa il non musulmano. Il musulmano deve odiare ciò che odia Allah. Allah odia kafiri. Perciò il musulmano deve comportarsi in conformità con questo. “Non è permesso di dare l’elemosina ai kafiri” (h8.24*). “I kafiri saranno maledetti, e ovunque li troveranno li prenderanno e uccideranno. Tale era la decisione di Allah e non troverai il cambiamento nelle vie di Allah” (Corano 33:60).

 

La citazione dal Corano: “… il viaggio di giorno o di notte durante il jihad vale più di tutta la terra e tutto ciò che si trova su di essa”.

La civiltà occidentale sotto la legge di sharia non ha possibilità di sopravvivere. Se in Germania si trasferirà un milione di musulmani che si divideranno in mille comunità religiose e ciascuna otterrà 2.5 milioni di euro all’anno, allora otterranno 2 miliardi e 500 milioni di euro all’anno.

 

Similmente pseudopapa Francesco cinicamente afferma che i cristiani in Europa devono in ogni parrocchia, in ogni convento e in ogni santuario accogliere un gruppo di musulmani.

In ultimi 50 anni in Europa si sono trasferiti più di 50 milioni musulmani. In Europa hanno costruito centinaia di moschee. A questa invasione ha aperto la porta il Concilio Vaticano II con una affermazione menzognera che noi con musulmani abbiamo un dio comune. Questa è l’eresia massima!

 

La conclusione

 

Il vero pentimento significa:

1. Riconoscere che il Concilio Vaticano II è incorso in eresia sulla cosiddetta venerazione dei pagani e dell’islam.

2. Abolire il cosiddetto dialogo interreligioso. Al suo posto iniziare la vera missione ai popoli pagani! Nella potenza dello Spirito Santo predicare unico Salvatore Gesù Cristo! Come lo facevano i santi apostoli e missionari dei secoli precedenti e molti di loro hanno pagato per questo perfino con il martirio.

3. Bisogna iniziare la reevangelizzione dell’Europa, soprattutto di cristiani che sono diventati pagani, ed anche buddisti, induisti e musulmani. Questa è la volontà di Dio secondo Mt. 28, 18-20.

 

In Cristo

 

+ Elia

Patriarca del Patriarcato Cattolico Bizantino
 

+ Metodio, OSBMr

Vescovo-segretario del Patriarcato Cattolico Bizantino
 

+ Timoteo, OSBMr

Vescovo-segretario del Patriarcato Cattolico Bizantino

 

La Quaresima 2017

 

Le copie:

-  Ai vescovi cattolici e ortodossi.

-  Ai mass media.

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------------

*L’indicazione cifrata, scritta nel diritto di sharia, The Reliance of the Traveller.

 

 

Scaricare: Convertitevi e credete al Vangelo (Mc. 1, 15). V parte: L’eresia del sincretismo