Italiano > Attuale > Article

Le dimissioni di Francesco e il suo falso profeta Schneider (+video)

Data:   2019-07-03
Autore:   PCB

 

Le dimissioni di Francesco e il suo falso profeta Schneider

 

Il vescovo ausiliare Schneider ha scritto un trattato il 20 marzo 2019, intitolato “Sulla questione di un papa eretico”. Si basa sull’assurda supposizione che un papa eretico non possa in nessun caso essere privato del suo ufficio. Egli sostiene addirittura che, anche se commettesse le eresie più gravi o i mostruosi crimini morali, egli deve – a suo avviso – rimanere in carica. Questa visione di Schneider è contraria alla Sacra Scrittura, Galati 1, 8-9, contraria alla bolla del papa Paolo IV e contraria alle parole di molti santi. Nella sua teoria egli usa un confronto manipolativo.

Citazione di Schneider: “Si può diseredare i figli di una famiglia. Eppure non si può diseredare il padre di una famiglia, per quanto colpevole o mostruoso si comporti … Lo stesso vale per il papa …”.

Risposta: Questo confronto è demagogico e manipolativo. Ha lo scopo di confermare che l’attuale comportamento mostruoso del Papa deve essere accettato dai cattolici come norma. Devono essere convinti che Egli deve rimanere il Papa, anche se distruggerà in massa la Chiesa come eretico con lo spirito dell’anticristo. Schneider è diventato un apologeta dei distruttori della Chiesa.

 

Citazione di Schneider: “Nel caso di un padre criminale o mostruoso … (i figli) non possono dire: “eleggeremo un nuovo e buon padre della nostra famiglia””.

Risposta: Il padre terreno dà al bambino una vita fisica. Spiritualmente, Dio è il nostro Padre. Il Papa rappresenta semplicemente Dio, se difende il Vangelo ed è in unità con il suo Spirito. Se il Papa è un eretico, come Francesco, incorre ipso facto in anatema di Dio secondo Galati 1, 8. Da quel momento in poi, rappresenta un altro padre, il diavolo. La parola di Gesù si applica a Francesco e a coloro che sono in comunione con lui: “Vostro padre è il diavolo che è menzognero e assassino” (Gv. 8).

 

Citazione di Schneider: “Potrebbe esserci una situazione davvero stravagante di un papa che pratica abusi sessuali su minori o subordinati in Vaticano. Cosa dovrebbe fare la Chiesa in questa situazione? La Chiesa dovrebbe tollerare un predatore sessuale papale di minori o subordinati? Per quanto tempo la Chiesa dovrebbe tollerare un tale papa? Dovrebbe perdere il papato ipso facto a causa di abusi sessuali su minori o subordinati?”.

Risposta: Ognuno è inorridito e chiede la deposizione immediata di un tale criminale di massa e di un assassino spirituale. Schneider, tuttavia, manovrando va verso la conclusione che in nessun caso può essere deposto un tale Papa pervertito. Quest’affermazione è contraria alla Scrittura, alla bolla dogmatica e alla Tradizione della Chiesa.

San Basilio dice di persone come Schneider: “Il difensore del peccato deve essere punito più del suo autore”.Perché? Perché normalizza il peccato e il crimine.

 

Citazione: “Il papa ottiene la sua autorità direttamente da Dio e non dalla Chiesa; perciò, la Chiesa non può deporlo, per nessuna ragione”.

Risposta: Un Papa eretico è anatemizzato direttamente da Dio stesso; perciò, la Chiesa obbediente a Dio deve deporlo.

 

Citazione: “Se un Papa diffonde errori dottrinali o eresie, la struttura divina della Chiesa fornisce già un antidoto …”.

Risposta: L’antidoto oggi è l’arcivescovo Carlo Maria Viganò e quelli che sono in unità con lui nella ricerca della vera restaurazione della Chiesa. Schneider, tuttavia, cerca di paralizzare questo antidoto con le sue teorie manipolative e le frasi religiose.

 

Citazione: “Anche se un papa (oggi Francesco) sta diffondendo errori teologici ed eresie, la fede della Chiesa nel suo complesso rimarrà intatta …”.

Risposta: Oggi la realtà è l’apostasia di massa dalla Chiesa. La fede rimarrà intatta solo in coloro che si separeranno dall’eretico e conserveranno la dottrina ortodossa. Coloro che si sottomettono alla falsa autorità perderanno la fede salvifica e parteciperanno alla maledizione – anatema – nella quale il Papa eretico è incorso.

 

Citazione di Schneider: “L’opinione che un papa eretico ipso facto perde il suo ufficio è diventata un’opinione comune a partire dall’alto medioevo fino al XX secolo … nessun Concilio ecumenico e nessun papa ha sostenuto esplicitamente tale opinione”.

Risposta: Schneider mente perché Papa Paolo IV scrive nella sua bolla: “Questi (prelati eretici o un papa eretico) saranno privati eo ipso (automaticamente) e senza bisogno di ulteriori dichiarazioni di qualsiasi dignità, posizione, onore, titolo, autorità, ufficio e validità”.

Questa dichiarazione della bolla è pienamente in accordo con la Parola di Dio (Gal. 1, 8-9): “Se qualcuno, anche un angelo del cielo, predica un altro vangelo, sia maledetto – anatema sit”.

La bolla di Paolo IV afferma inoltre: “Se mai dovesse apparire in qualsiasi momento un vescovo, … o un cardinale della Chiesa Romana, o anche il Romano Pontefice, prima della sua promozione o della sua elevazione come Cardinale o Romano Pontefice, ha deviato dalla fede cattolica o è caduto in qualche eresia: la promozione o l’elevazione, anche se sarà incontestata e dal consenso unanime di tutti i cardinali, sarà nulla e invalida …”.

Alla fine della sua bolla, Paolo IV dichiara: Nessuno, quindi, può violare questo documento di nostra approvazione o con presunzione precipitosa contraddirlo. Se qualcuno, comunque, dovrebbe presumere di tentare ciò, sappia che è destinato a incorrere nell’ira del Dio onnipotente e dei benedetti Apostoli Pietro e Paolo” (15 febbraio 1559).

 

Citazione di Schneider: “Lo scisma formale … sarà una conseguenza inevitabile di una deposizione di un papa”.

Risposta: Se in questa situazione straordinaria sarà scelto un nuovo Papa sebbene da pochi vescovi e l’eretico Francesco non si dimetterà, la colpa dello scisma cade su Francesco e sul flusso eretico che è in unità con lui. In realtà, non si tratterà di scisma, ma di una separazione esterna e una purificazione dagli eretici che rifiutano di pentirsi e si sono già esclusi dal Corpo mistico di Cristo a causa delle eresie. La loro cosiddetta Chiesa non sarà la Chiesa di Cristo, ma sarà la Chiesa del New Age con lo spirito dell’anticristo.

 

Citazione di Schneider: “Il caso estremamente raro di un papa eretico o semi-eretico deve alla fine essere sopportato e sofferto alla luce della fede nel carattere divino e nell’indistruttibilità della Chiesa e dell’ufficio petrino”.

Risposta: L’eretico Papa Francesco è iperattivo nel promuovere le eresie nella Chiesa. Se non esercitiamo in modo efficace la pressione per la sua immediata dimissione, l‘infezione colpirà l’intero organismo e quindi il trattamento sarà inefficace. Appellarsi ipocritamente al carattere divino della Chiesa, e quindi ingannare il pubblico con lo scopo di mantenere un eretico in carica, è un crimine di manipolazione e un peccato contro lo Spirito Santo.

 

Citazione di Schneider: “Il tentativo di deporre un papa eretico ad ogni costo è un segno di un comportamento troppo umano, che alla fine riflette una riluttanza a sopportare la croce temporale di un papa eretico”.

Risposta: Il tentativo di deporre un Papa eretico è il dovere primario di ogni vescovo. È un segno di vera fede, obbedienza alla Parola di Dio (Gal. 1, 8-9) e al Magistero (la bolla dogmatica Cum Ex Apostolatus Officio). I credenti sono anche obbligati a esercitare una pressione efficace per deporre un eretico.

L’eretico e i suoi seguaci li perseguiteranno per l’adempimento di questa volontà di Dio. Tale persecuzione è una vera croce che è già patita da arcivescovo C. M. Viganò e da quelli che sono in unità con lui. Schneider, tuttavia, evita la vera croce e spinge le persone a portare una croce falsa, vale a dire, proteggere il Papa eretico in carica.

Schneider ha un metodo speciale per cattivarsi le simpatie e la fiducia dei credenti cattolici ortodossi perché loro non aspirino a deporre un eretico. Prima chiama le cose con i loro nomi propri e persino persuasivamente esprime la verità. Così si guadagna la fiducia degli avversari dell‘eretico e poi infonde in loro una falsa attitudine: un eretico non deve essere deposto!

Un esempio dell’affermazione assertiva della verità di Schneider: “… ammettere adulteri sessualmente attivi alla Santa Comunione … significa negare in pratica la verità divina dell’indissolubilità assoluta di un matrimonio sacramentale valido e consumato …”.

 

Un altro esempio dal campo dottrinale: “… l’approvazione di Papa Francesco della frase nel documento interreligioso di Abu Dhabi del 4 febbraio 2019, che afferma che la diversità dei sessi insieme alla diversità delle razze e alla diversità delle religioni corrispondono alla volontà saggia di Dio … evidentemente contraddice il Primo Comandamento del Decalogo e l’inconfondibile ed esplicito insegnamento di Nostro Signore Gesù Cristo, quindi è in contraddizione con la Rivelazione Divina”.

Risposta: Questa è davvero una parola profetica nella situazione data e una chiara accusa di eresia. Ma quale scopo segue Schneider come falso profeta? Sempre segue la stessa falsa conclusione: Papa eretico non può in nessun modo essere privato d‘ufficio!

 

È come se un medico facesse una vera diagnosi e potesse salvare il paziente, ma inferirebbe la seguente conclusione: l’intervento non deve essere eseguito! La conseguenza? Il paziente morirà! Questo è il frutto del falso profeta Schneider!

 

+ Elia

Patriarca del Patriarcato Cattolico Bizantino
 

+ Metodio, OSBMr                          + Timoteo, OSBMr

Vescovi segretari del Patriarcato Cattolico Bizantino

 

22 giugno 2019

 

Scaricare: Le dimissioni di Francesco e il suo falso profeta Schneider (22/VI/2019)