Italiano > Attuale > Article

Il Vaticano II era ed è eretico (+video)

Data:   2019-08-01
Autore:   PCB

 

Il Vaticano II era ed è eretico

 

Gesù dice: “Ogni albero si riconosce dal suo frutto: Un albero cattivo non può produrre frutti buoni” (cfr. Mt. 7, 18). Con la realizzazione del documento Nostra Aetate del Concilio Vaticano II, in particolare sotto il motto “rispetto per le diverse religioni”, è avvenuta una diffusione di massa del paganesimo nelle nazioni cristiane. Molti superiori religiosi hanno iniziato a invitare buddhisti e induisti nei loro conventi. Questa pseudo missione, basata sul sincretismo del Vaticano II, è una ribellione contro Dio. Ha portato con sé l’invasione di una pseudo cultura, dietro la quale c’è lo spirito di tossicodipendenza e delle perversioni sessuali. Questo è, in sostanza, un culto dei demoni e di Satana! “Aggiornamento” annuncia un altro Gesù, altro spirito e un altro vangelo (cfr. 2 Cor 11, 4).

L’atteggiamento della Parola di Dio verso il paganesimo è chiaro. È espresso nel Primo Comandamento di Dio: Non avrai altri dei e non li adorerai!” (Dt 5, 6-9) I documenti del Vaticano II sono esattamente l’opposto.

 

La citazione di Nostra Aetate: “La Chiesa esamina con maggiore attenzione la natura delle sue relazioni con le religioni non-cristiane”.

La risposta: Perché esaminare questa cosa, mentre la Parola di Dio in molti luoghi indica chiaramente quali relazioni dobbiamo avere con i pagani che adorano i demoni. Gesù disse: “Andate in tutto il mondo e predicate il Vangelo ad ogni creatura. Chi crederà e sarà battezzato sarà salvo, ma chi non crederà sarà condannato.” (Mc 16, 15-16). Questa è la missione vincolante della Chiesa e non “esame con maggiore attenzione” di come realizzare il tradimento del Vangelo di Cristo!

 

La citazione: I vari popoli costituiscono infatti una sola comunità. Essi hanno una sola origine, poiché Dio ha fatto abitare l’intero genere umano su tutta la faccia della terra.”

La risposta: Questa è una scoperta incredibile del Concilio Vaticano II! Loro hanno evidentemente dimenticato che Gesù manda i suoi discepoli a tutti i popoli per predicare il Vangelo, anche a prezzo del martirio. Tutti gli apostoli morirono come martiri per la predicazione del Vangelo. Il loro obiettivo non era quello di fondersi in “una sola comunità” con tutti, che “hanno una sola origine” e “abitano su tutta la faccia della terra”. Anche il diavolo, i demoni e quelli che sono nell’inferno, hanno l’origine da Dio, ma solo un pazzo vorrebbe formare con loro “una sola comunità”.

 

La citazione: “…(i pagani) hanno anche un solo fine ultimo, Dio”.

La risposta: I pagani adorano i serpenti e le mucche come gli dei, ma questo non è il nostro comune fine ultimo! Il nostro scopo è salvare la nostra anima e le anime di chi è nelle tenebre dell’idolatria.

 

La citazione: “Gli uomini attendono dalle varie religioni la risposta ai reconditi enigmi che turbano profondamente il cuore dell’uomo: il senso e il fine della nostra vita umana…, la via per raggiungere la vera felicità…”.

La risposta: È un grande inganno creare l’impressione che da pseudo religioni pagane si può attendere una risposta alle domande fondamentali della vita umana. Loro le spiegano, ma falsamente! Purtroppo, la dichiarazione del Concilio Vaticano II lo consapevolmente nasconde.

 

La citazione: “La Chiesa cattolica esorta i suoi figli affinché per mezzo del dialogo e della collaborazione con i seguaci delle altre religioni, sempre rendendo testimonianza alla fede e alla vita cristiana, riconoscano, conservino e facciano progredire i valori spirituali e morali che si trovano in essi”.

La risposta: Gesù non ci manda a condurre “il dialogo con pagani”, ma a predicare il Vangelo, affinché essi si convertino dal potere di satana al vero Dio! (cfr. At 26, 17-18; Col 1, 13) L’apice di ipocrisia è esortare i figli della Chiesa a riconoscere, conservare e far progredire l’adorazione di satana e dei demoni e allo stesso tempo rendere testimonianza alla fede e alla vita cristiana! Se riconosceremo e conserveremo la via dei pagani alla perdizione eterna, tradiremo la nostra identità e l’obiettivo datoci da Dio – il paradiso.

 

Con quale diritto si permette il Concilio Vaticano II opporsi a Gesù Cristo, al Suo Vangelo e alla Tradizione apostolica? Con quale diritto il Concilio Vaticano II boicotta il dovere di predicare il Vangelo e lo sostituisce con dialogo suicida?

La dichiarazione “Nostra Aetate” dovrebbe essere intitolata “Come tradire Cristo e la Chiesa e come arrivare all’inferno”.

 

La citazione: “La Chiesa esecra qualsiasi discriminazione tra gli uomini e persecuzione perpetrata per motivi di razza e di colore, di condizione sociale o di religione”.

La risposta: Quasi la stessa affermazione è contenuta nel Trattato di Lisbona. Esso, di fatto, abolisce i dieci comandamenti e ha incorporato la sodomia nella legislazione europea. L’affermazione di Nostra Aetate “la Chiesa esecra qualsiasi discriminazione” contiene implicitamente l’approvazione dell’omosessualità.

 

La citazione: “Così, nell’induismo gli uomini scrutano il mistero divino  cercando rifugio in Dio con amore e confidenza”.

Risposta: A quantopare, i teologi del Concilio non sapevano che gli indù non adorano l’unico Dio, il Creatore, ma con amore e confidenza adorano come loro dio le mucche, serpenti e altre creature – parassiti.

 

La citazione: “Nel buddismo si insegna una via per la quale gli uomini, con cuore devoto e confidente, siano capaci di acquistare lo stato di liberazione perfetta o di pervenire allo stato di illuminazione suprema per mezzo dei propri sforzi o con l’aiuto venuto dall’alto”.

Risposta: Buddismo insegna come con cuore devoto, confidente e con superiore aiuto demonico acquistare lo stato di possessione suprema! La vera liberazione dal peccato originale e dai peccati personali è solo e soltanto in Gesù Cristo. Nostra Aetate, tuttavia, notoriamente tace su Cristo.

 

La citazione: “Ugualmente anche le altre religioni … propongono delle vie, cioè dottrine, precetti di vita e riti sacri”.

Risposta: Le religioni pagane con i loro riti sacri sacrificano ai demoni e non a Dio (1 Cor 10,20). Le loro dottrine impediscono all’uomo di riconoscere non solo la verità rivelata, ma anche quella oggettiva. Rappresentano un sistema che rifiuta Cristo: la Verità!

 

La citazione: “La Chiesa cattolica nulla rigetta di quanto è vero e santo in queste religioni”.

Risposta: E che cosa è vero e santo in esse? L’adorazione dei demoni negli animali – nelle mucche o in serpenti? La reincarnazione nega il Dio personale e vero, l’anima umana immortale, il giudizio di Dio, la morte redentrice di Cristo per i nostri peccati, il paradiso e l’inferno! Koan non è illuminazione, ma è la perdita di coscienza e di ragione. Il nirvana e l’illuminazione sono in realtà la possessione demoniaca. Il Vaticano II non ha dato oltre cinquanta anni la vera risposta a ciò che è vero e santo nel paganesimo.

 

La citazione: “Essa considera con sincero rispetto quei modi di agire e di vivere, quei precetti e quelle dottrine…”.

Risposta: Se considera l’adorazione dei demoni pagani con sincero rispetto e senza alcuna vera critica, è un segno della perdita del giudizio, della ragione e della fede salvifica! Qui si può dire: “Quale unione tra la luce e le tenebre? Quale intesa tra Cristo e Beliar?”.  (2 Cor 6,14-15)

 

La citazione: “(Diverse religioni) …tuttavia non raramente riflettono un raggio di quella verità che illumina tutti gli uomini”.

Risposta: Non riflettono la Verità, ma le bugie e lo spirito di menzogna, il diavolo, che non illumina ma inganna tutti gli uomini! L’affermazione del Vaticano II è una bestemmia!

 

La citazione: “La Chiesa guarda anche con stima i musulmani che adorano l’unico Dio, vivente e sussistente, misericordioso e onnipotente, creatore del cielo e della terra, che ha parlato agli uomini”.

Risposta: Questa è una bugia. Sì, c’è un solo Dio ma questo Dio esiste in tre Persone, il Padre, il Figlio e lo Spirito Santo. Tuttavia, i musulmani non Lo adorano, ma adorano Allah, il più grande (akbar) dei 360 dei pagani della Mecca.

 

Citazione da Lumen Gentium, 16: “I musulmani adorano con noi un Dio unico, misericordioso…”

Risposta: Ancora una volta la stessa bugia del Vaticano II. Inoltre, Lumen Gentium afferma erroneamente che i musulmani sono i figli spirituali di Abramo. In realtà si applicano a loro le parole di Gesù: “Abramo non è vostro padre, perché cercate di uccidermi” (cfr. Gv 8, 44). Il Corano stabilisce la pena di morte per ogni musulmano che crede in Gesù Cristo.

 

Citazione di Dignitatis Humanae, 3: “Dialogo … gli uni rivelano agli altri la verità che hanno scoperta o che ritengono di avere scoperta.”

Risposta: È una tragedia che il Concilio non abbia voluto discernere tra verità e bugie! Ha scambiato la verità del Vangelo con le bugie dei miti pagani!

 

La citazione: “Si deve evitare ogni modo di procedere in cui ci siano spinte coercitive o sollecitazioni disoneste…”.

Risposta: Usando un termine manipolativo “sollecitazione disonesta“, il documento proibisce il compito principale della Chiesa – la missione!

 

La citazione: “… non siano impediti di manifestare liberamente la virtù singolare della propria dottrina”.

Risposta: Il Concilio proibisce la vera missione, ma promuove attivamente la contaminazione da parte di pratiche pagane legate all’occultismo. Infatti, il Vaticano II promuove così la spiritualità demoniaca e la distruzione del cristianesimo!

 

Sommario:

 

I martiri preferivano sacrificare la propria vita piuttosto che durante i riti pagani offrire un granello d’incenso in segno di adorazione dei demoni!

 

Il Concilio ha commesso tre gravi peccati.

Il primo peccato: consapevolmente non ha espresso inequivocabilmente la verità e non ha condannato chiaramente gli errori!

Il secondo peccato: accettò i termini ambigui che consentono interpretazioni diverse. Furono introdotti dai leader della cosiddetta “Alleanza del Reno”. Nel periodo post-conciliare da questi termini ambigui trassero le conclusioni inequivocabili e legalizzarono le eresie.

Il terzo peccato: affermazioni che sono sull’orlo dell’eresia o che sono direttamente eretiche furono incorporate nei documenti conciliari.

 

In breve, il Concilio Vaticano II fu il più grande disastro del XX secolo. Ha integrato, codificato e accolto nel cuore della Chiesa cattolica l’intera mentalità del modernismo, del liberalismo e dell’antimoralità. Grazie all’accettazione di termini ambigui, lo spirito delle menzogne è riuscito a minare tutti i dogmi.

 

La conclusione: Bergoglio occupa l’ufficio del Papa illegittimamente. La prima cosa che il nuovo Papa ortodosso deve fare è condannare il Concilio Vaticano II come eretico. Se non lo farà, incorerà in anatema come papa Onorio!

 

+Elia

Patriarca del Patriarcato Cattolico Bizantino
 

+ Metodio, OSBMr                   +Timoteo, OSBMr

Vescovi segretari

 

15 luglio 2019

 

Scaricare: Il Vaticano II era ed è eretico (15/VII/2019)