Italiano > Attuale > Article

La parola profetica sull’Amazzonia

Data:   2019-10-11
Autore:   PCB

 

La parola profetica sull’Amazzonia

 

Qual è l’essenza del Sinodo sull’Amazzonia?

“Hanno commesso adulterio con i loro idoli” (Ez. 23, 37).

Oggi, questa parola di Dio pronunciata tramite il profeta Ezechiele riguarda il Sinodo dell’Amazzonia a Roma. I profeti si riferivano alle pratiche pagane, che sono identiche alle pratiche dei pagani in Amazzonia, come adulterio spirituale. È il peccato contro il Primo Comandamento: “Non avrai altri dei e non ti prostrerai davanti a loro...” (Deut. 5, 9). Invece di cercare l’aiuto di Dio nei guai e nelle afflizioni, le persone cercano aiuto nelle pratiche pagane della divinazione, magia e spiritualismo e nelle loro varie forme. Si rivolgono così ai demoni per chiedere aiuto e vengono sotto il loro potere. Oggi lo pseudo papa Francesco il mescolarsi con il paganesimo falsamente e manipolativamente chiama “la missione profetica della Chiesa”. La Parola di Dio, tuttavia, la chiama abominio!

 

“...perfino i figli che Mi avevano partorito, li hanno fatto passare per il fuoco in loro pasto” (Ez. 23, 37).

Il paganesimo e le sue pratiche sono sempre stati associati ai sacrifici umani. La tragedia è che lo pseudo papa vuole che la Chiesa odierna ne sia arricchita.

Questa parola profetica ha anche una dimensione spirituale. Coloro che sono nati a Dio attraverso il santo battesimo e la fede sono diventati figli di Dio. Ora vengono ingannati dalla gerarchia della Chiesa e sacrificati spiritualmente a questo demone neopagano che li conduce all’apostasia da Dio e all’inferno. Questi figli di Dio non vengono uccisi fisicamente ma spiritualmente. E per di più, ciò viene attuato attraverso un abuso della più alta autorità della Chiesa – l’autorità del Papa.

Cosa stanno aspettando i figli di Dio? Consentiranno all’apostata Bergoglio e alla scomunicata squadra amazzonica di trascinarli direttamente all’inferno? Bisogna distinguere la vera obbedienza da quella cieca e falsa.

 

“...dopo avere immolato i loro figli ai loro idoli, sono venute in quel medesimo giorno al Mio santuario per profanarlo: ecco quello che hanno fatto dentro la Mia casa” (Ez. 23, 37-39).

Lo pseudo papa, con sua squadra di traditori clandestini che formano il Sinodo dell’Amazzonia, per il loro sincretismo causa grande offesa a tutta la Chiesa, cioè ai figli di Dio! Inoltre, nello stesso giorno celebrano la Santa Messa per mascherare la loro apostasia e il massacro spirituale dei figli di Dio nella Chiesa di Cristo. Il Sinodo è il punto culminante nella profanazione di tutto il Vaticano e della Chiesa cattolica. Questi traditori clericali, insieme agli sciamani, invocano i demoni e sono in unità spirituale con loro! Presentano il loro tradimento come un “nuovo percorso per la Chiesa”. È un crimine che grida verso il cielo e un inganno!

 

“Faranno ricadere la vostra infamia su di voi e sconterete i vostri peccati di idolatria: saprete così che Io sono il Signore Dio” (Ez. 23, 46-49).

Questa parola profetica si applica pienamente al frutto avvelenato del Sinodo amazzonico e ne indica le conseguenze. Rendiamoci conto che è unidolatria abominevole e non una cosa innocente. La vita eterna è segretamente sostituita dalla morte eterna!

 

“Mi fu rivolta questa parola del Signore: Figlio dell’uomo, dì a lei (a terra vaticana): Tu sei una terra non purificata… Complotto dei suoi falsi profeti (clericali apostati) in mezzo a lei, come un leone ruggente che sbrana la preda” (Ez. 22, 23-25).

Scambiando la via della salvezza con la via della distruzione, distruggono in modo massiccio il gregge loro affidato e lo conducono alla morte spirituale. Il demone della morte opera attraverso di loro e divora le anime.

 

“I suoi sacerdoti violano la Mia legge” (Ez. 22, 26).

Nella sua esortazione Amoris laetitia Francesco ha violato la legge di Dio e ha negato persino l’esistenza dei principi morali universalmente validi. I suoi seguaci implementano immediatamente queste eresie nella pseudo cura pastorale. Con il Sinodo dell’Amazzonia, preferendo il paganesimo, Bergoglio ha violato la legge di Dio, come mai prima.

 

“...e profanato le cose sante” (Ez. 22, 26).

Hanno mescolato la sporcizia spirituale del paganesimo – l’adorazione e il servizio ai demoni – con la Santa Messa e così profanano i santuari!

“...non hanno fatto distinzione fra il sacro e il profano” (Ez. 22, 26).

Il Sinodo dell’Amazzonia è programmato per non distinguere più tra santo e empio. Unisce il cristianesimo al paganesimo, adorazione di Dio con adorazione dei demoni! Questa apostasia è iniziata con il Concilio Vaticano II, con il documento Nostra Aetate.

 

“…non insegnano distinguere fra puro e impuro” (Ez. 22, 26).

Loro non distinguono più tra il satanismo pagano impuro e la pura fede cristiana in Gesù Cristo che dà alle anime la certezza della salvezza eterna! Il paganesimo, con il suo culto dei demoni, trascina le anime alla distruzione. Il dialogo interreligioso, conseguenza del Concilio Vaticano II, ha il suo apice nell’attuale Sinodo amazzonico. Con l’elevazione unilaterale delle filosofie e delle pratiche pagane nel cosiddetto dialogo interreligioso hanno spianato la strada all’apostasia amazzonica. Qui è lo stesso spirito che è dietro la perversione sessuale del genere. Il frutto è la perdita della ragione e della coscienza e la perdita della vita eterna.

 

“Io sono profanato in mezzo a loro” (Ez. 22, 26).

Lo pseudo papa Bergoglio insieme ai prelati apostati profano Dio stesso abusando della massima autorità!

Qualche giorno fa, un certo cardinale ha detto qualcosa del genere: la linea di Francesco deve continuare. Ha già trovato i suoi successori per questo percorso. Se, tuttavia, fosse stato eletto un nuovo Papa che avrebbe deciso di abbandonare questa linea, si suppone che il popolo non lo accetterebbe. Cosa aggiungere? Il restauro della Chiesa sarà molto doloroso e deve essere radicale! La condizione è di rompere con le correnti spirituali velenose e ritornare alla fonte sana e alle radici sane della Chiesa, cioè alla Tradizione Apostolica. Ci si deve aspettare che gli aderenti di Bergoglio e la rete omosessuale tra i ranghi dei gerarchi apostati, dei sacerdoti o del “popolo” non accetteranno questa restaurazione vitale. Dio ha dato il libero arbitrio a tutti. Se qualcuno vuole seguire gli apostati all’inferno anche contro la volontà di Dio, possono farlo. Ma soffriranno un doloroso rimpianto per l’eternità. E sarà troppo tardi. Non ci saranno più possibilità di pentirsi. Ma ora c’è ancora!

 

+ Elia
Patriarca del Patriarcato Cattolico Bizantino
 
+ Metodio, OSBMr                  + Timoteo, OSBMr
Vescovi segretari
 
6 ottobre 2019

 

Scaricare: La parola profetica sull’Amazzonia (6/X/2019)